Linux non dà soddisfazione ? – Storie di un negozio d’informatica

10 commenti

Oggi ho letto sul forum di Ubuntu un post che mi ha fatto letteralmente sbellicare dalle risate. Questo post, è un chiaro segno di come, a volte, le cose progettate per fare qualcosa, non possano fare altro. Nella fattispecie si parla di un Acer Aspire One al quale si tenta di installare windows XP. Ammetto che forse può essere un articolo un po di parte (considerando l’origine dal quale è stato copiato), ma ammetto che mi ha fatto ridere non poco.

AVVERTENZA: PIU’  CHE UN ARTICOLO, IL SEGUENTE POST E’ UN MINIROMANZO SULLE VICISSITUDINI DI UN POVERO TECNICO DI UN NEGOZIO DI INFORMATICA, AL QUALE UN UOMO CERCA DI FAR INSTALLARE WINDOWS XP SU UN ACER ASPIRE ONE PER PLACARE LE IRE FUNESTE DELLA FIGLIA QUINDICENNE, CHE NON CONOSCENDO AMSN, VUOLE XP.

Si ringrazia PaoloIV per la narrazione delle sue vicissitudini 😉

Continua a leggere…

Annunci

Windows XP? no grazie!!!

17 commenti

Leggendo i siti dei tempi passati, grande stupore mi ha colto ricordando alcuni eventi del tempo passato…a cosa mi riferisco esattamente? Come oggi sapete, Vista viene visto (e scusate il gioco di parole) male da molti utenti. Essi infatti ritengono che Vista consumi una quantità spropositata di risorse in più rispetto al suo predecessore XP, e che giri solo su pc “moderni”. A questo punto mi sono chiesto :”ma questa avversione nei sistemi operativi Microsoft c’e’ sempre stata oppure è una cosa successa con Vista?” Devo dire che dopo una serie di googlate ho propeso per la seconda ipotesi. Da sempre pare che molta gente nutra un odio profondo nei confronti dei nuovi sistemi operativi made in Redmond, preferendo restare con i predecessori, anzichè voltare pagina e tornare al presente…da cosa me ne sono accorto? beh ecco qualche link che vi dimostra come ai tempi dell’uscita di XP, questo veniva considerato pesante, con requisiti hardware troppo esosi (cosa che oggi in confronto a Vista pare una bestemmia). Ecco qualche link (leggete articoli ma soprattutto commenti).

Continua a leggere…