Non credi che sarebbe un finale interessante… se il fallito battesse il genio grazie alla sola forza di volontà ?

Mi immagino già le vostre facce perplesse leggendo il titolo di questo articolo…ma cosa c’entra un manga in questo Blog che parla di sistemi operativi? per caso ho sbagliato ad aprire pagina? per caso quel dannato Vistabuntu finalmente ha smesso di scrivere insulsaggini su quel suo blog da 4 soldi?

Purtroppo per chi mi odia (e per fortuna, per chi mi ama😉 ) le cose non stanno come detto poc’anzi. Personalmente sono del parere che un blog, oltre che il tema principale, debba trattare principalmente delle emozioni che chi scrive prova nella sua vita, ed è proprio per questo che oggi vi scrivo questo post.

Ieri ho visto una puntata di Naruto, il celebre Manga di Masashi Kishimoto. Credevo che i manga di questo stile, fossero essenzialmente un uccidi-combatti-tritura l’avversario con epiche seghe mentali ninja. Io stesso durante la mia esistenza ho denigrato (a torto con pregiudizi) questo manga, senza averlo mai visto: devo dire che mai parole furono più sciocche. Naruto è essenzialmente (almeno secondo il mio punto di vista) un piccolo capolavoro. Ma andiamo con ordine.

Immaginate di rivivere le epiche gesta dei ninja del passato, il tutto condito con tanta tanta emozione, ed in chiave moderna, trattando allo stesso tempo problemi come l’emarginazione, la tristezza di sentirsi soli e non amati, e la rabbia che molto spesso ne deriva, con conseguenza fatali nella vostra vita. Ebbene, questo turbinio di emozioni è Naruto. Naruto è un piccolo ninja del villaggio della foglia, che ha su di se il grosso peso di essere il custode (con il suo corpo) della famigerata volpe a nove code, un essere demoniaco che ha tentato nella sua esistenza di distruggere il villaggio della foglia. Imprigionata a costo della vita dall’hokage (il massimo esponente ninja del villaggio), il povero Naruto cresce solo ed emarginato da tutti, che vedono in lui un demone, un essere corrotto ed abietto (non vi ricorda questa storia un po temi narrati da “GRANDI” della narrativa, come Rosso Malpelo o ancora il celebre gioco “Ico” ?)

Pur vedendo di fronte a se solo odio ed astio, Naruto decide che scopo della sua vita sarà quello di divenire Hokage, per “essere accettato da tutti e dimostrare il suo valore”. Inizerà così una celebre avventura che vedrà tessere le storie di molti personaggi. Da notare che la storia non è mai lenta, i combattimenti  sono ragionati ed ogni personaggio (a volte anche le “comparse”) hanno una profonda connotazione dal punto di vista della storia o del carattere.

Insomma, che dire, vi consiglio di vedervi gli espisodi che attualmente sono trasmessi da Italia 1. Per chi fosse indietro, potrà consultare uno dei tanti forum dedicati all’argomento, che trasmettono in streaming le puntate passate. Assolutamente degno di nota Rock Lee (personaggio ispirato al celebre maestro delle arti marziali Bruce Lee), il quale, a differenza degli altri ninja che usano arti magiche ed illusorie, sa solo praticare arti marziali. Ora non vi resta che iniziare l’avventura (per chi vorrà seguire il mio consiglio) e..mi raccomando, non mancate!