Come da sempre avviene, a poca distanza dall’uscita della versione stabile della nuova distribuzione open Ubuntu nome in codice Jaunty Jackalope, ecco l’intrepido Mark Shuttlework annunciare il nome della prossima 9.10.

Il nome in codice della prossima versione sara’ Karmic Koala e, a detta del suo creatore, sarà incentrata sul Cloud Computing. Molte le novità (sempre a detta del caro Mark) sia lato server che desktop. Lato server vi sarà una ottimizzazione dei consumi energetici, permettendo ai server inattivi di “assopirsi” e di riprendersi all’occorrenza. Lato Desktop Ubuntu velocizzerà i tempi di avvio (meta già prefissatasi con la Jaunty, che attualmente sul mio modesto pc si avvia in circa 28 secondi), ed adottando come BootScreen il nuovo PlayMouth

Piccola opinione personale. Ritengo personalmente che la scelta adottata da Canonical stia andando sempre piu’ contro-corrente. A cosa serve adottare un nuovo bootscreen, magari nuove icone, lasciando sempre la solita minestra riscaldata? Molta gente si lamenta del fatto che windows (da XP ad oggi con il nuovo 7 in arrivo) non abbia introdotto sostanziali novità nel suo sistema operativo. Ma cosa ha davvero introdotto Ubuntu, a parte il solito Xorg nuovo, gnome visto e rivisitato e qualche programma preso a prestito (vedi playmouth)? a voi la parola.